Tutte le notizie in breve

Matteo Renzi all'assemblea del PD

KEYSTONE/EPA ANSA/RICCARDO ANTIMIANI

(sda-ats)

Matteo Renzi torna segretario del Partito democratico (Pd) italiano. L'assemblea che lo ha proclamato oggi a Roma era composta da 449 donne e 551 uomini. Renzi ha raccolto 700 voti, Andrea Orlando 212, Michele Emiliano 88.

"Altro che partito personale: il Pd è una comunità, non è un luogo dove tutti si sparano contro", ha detto l'ex premier italiano che ha assicurato: "nessuno del Pd ha messo o metterà in discussione il sostegno al governo guidato da Paolo Gentiloni", presente in sala.

L'assemblea ha anche confermato Matteo Orfini alla presidenza del Partito (16 no e 60 astenuti). Barbara Pollastrini (mozione Orlando) e Domenico De Santis (mozione Emiliano), eletti vicepresidenti. Francesco Bonifazi confermato tesoriere.

Orlando, dopo aver sottolineato il fallimento della rottamazione che "non ha funzionato" ha ribadito di preferire "Bersani a Berlusconi". Emiliano ha garantito "Lealtà e continuità di azione sui programmi".

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve