Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Grave incidente sul lavoro nel comune veneto di Adria, in provincia di Rovigo. Quattro operai di una ditta specializzata nello smaltimento di rifiuti speciali sono morti e uno è rimasto gravemente ferito oggi dopo aver inalato dell'acido solforico. Un vigile del fuoco è rimasto a sua volta ferito durante le operazioni di soccorso.

Sarebbe stato un mix incontrollato di sostanze chimiche a provocare le esalazioni che hanno ucciso i quattro operai della ditta Co.Im.Po di Adria e ferito un quinto collega, ricoverato in gravi condizioni in ospedale.

Secondo una prima ricostruzione, che dovrà essere supportata dai risultati delle autopsie e delle analisi chimiche, gli operai, che secondo quanto si apprende non indossavano le maschere di protezione, avrebbero gettato dell'acido solforico in una vasca che molto probabilmente conteneva già ammoniaca. Il mix delle due sostanze, non controllato, avrebbe provocato le esalazioni che hanno investito gli operai.

Sarà ora l'inchiesta della procura di Rovigo ad accertare se vi siano stati errori o omissioni da parte di qualcuno degli operai e, soprattutto, se siano state rispettate da parte dell'azienda tutte le normative sulla sicurezza.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS