Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Italia, sciopero generale domani previsti disagi in tutto il Paese

Lo sciopero generale nazionale di 24 ore, proclamato dall'Usb con altre sigle sindacali italiane di base, si arricchisce - secondo gli organizzatori - di un altro motivo in più: la legge di stabilità. "Ancora più necessario scioperare e scendere in piazza domani a Roma, con il corteo nazionale che sfilerà nelle vie della capitale", affermano i sindacati di base.

Rischio disagi, quindi, soprattutto nella capitale: i sindacati hanno proclamato lo sciopero contro le ricette dell'Unione europea "che in nome della stabilità monetaria impongono al nostro paese rovinose politiche sociali". E, "dopo la legge di stabilità, con cui il governo delle larghe intese ha riaffermato le politiche antipopolari e la logica dell'austerity", i sindacati chiamano allo sciopero i lavoratori di tutte le categorie del pubblico e del privato, i pensionati, i senza lavoro, i precari, i migranti", si legge in una nota. Dalle sedi regionali dell'Usb sono attesi oltre 100 pullman per il corteo, che partirà da piazza della Repubblica per arrivare in piazza San Giovanni.

Particolarmente sotto tiro il trasporto pubblico: lo sciopero di Cobas, Cub e Usb è per l'intera giornata ma saranno rispettate le fasce di garanzia. I sindacati ricordano che a Roma lo sciopero degli autobus è stato confermato nella fascia oraria 8.30-17.00 ma, accogliendo la richiesta del sindaco Marino, è stato invece revocato lo sciopero serale di tutto il comparto: la metropolitana sarà dunque in funzione tutta la giornata, i mezzi di superficie saranno in funzione dalle 17.00 a fine servizio. A Milano la protesta è prevista dalle 8.45 alle 15.00 e dalle 18 a fine servizio. Per i treni l'agitazione comincerà giovedì sera alle 21.00 e terminerà alle 21.00 di venerdì.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.