Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Quasi 4.500 tra falsi invalidi e finti poveri: li ha scoperti nel 2010 la Guardia di Finanza italiana che ha reso noto oggi il rapporto annuale sull'attività svolta l'anno scorso per contrastare le frodi, l'evasione fiscale e tutelare la spesa pubblica.

I 4'486 truffatori, tutti denunciati all'autorità giudiziaria, hanno usufruito di aiuti dello Stato, sotto forma di borse di studio, contributi per gli affitti e altri sussidi pur non avendone alcun diritto.

Gli uomini delle Fiamme Gialle hanno così scoperto finti poveri in Veneto che chiedevano un contributo per pagare l'affitto ma guidavano auto lussuose, proprietari di appartamenti di pregio nel centro di Firenze che chiedevano buoni per le mense scolastiche e per l'acquisto dei libri dei figli, commercianti calabresi che chiedevano l'esenzione dal ticket sanitario pur possedendo 90 immobili.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS