Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Guardia di Finanza di Como e funzionari doganali hanno scoperto nella valigetta di un uomo diretto in Svizzera quattro certificati azionari al portatore del valore nominale di oltre 550'000 franchi. Alla domanda di rito, l'uomo aveva risposto di non avere nulla da dichiarare.

I titoli sono pari all'intero capitale azionario di una società Svizzera. I finanzieri hanno sequestrato un titolo del valore nominale di 547mila franchi svizzeri, in attesa che il Ministero italiano dell'Economia e delle Finanze definisca la sanzione da applicare al trasgressore, oggi variabile dal 30 al 50% della somma portata al seguito illegalmente.

L'episodio, secondo la Guardia di Finanza, non è da considerarsi isolato ed è frutto "dell'accresciuta attenzione nell'individuazione di attività finanziarie detenute all'estero e per le relative movimentazioni di capitali in uscita dallo Stato Italiano".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS