Navigation

Italia: si temeva fuga comandante Concordia, timore per dispersi

Questo contenuto è stato pubblicato il 16 gennaio 2012 - 11:26
(Keystone-ATS)

"Abbiamo temuto la fuga del comandante Schettino, abbiamo pensato potesse sottrarsi alle sue responsabilita". Lo ha detto il procuratore capo di Grosseto, Francesco Verusio, spiegando il provvedimento di fermo per il capitano della Costa Concordia, la nave affondata davanti all'Isola del Giglio. Poche speranze per i 16 dispersi.

Al momento i morti accertati sono sei. I dispersi sono 16, che potrebbero essere rimasti intrappolati nell'imbarcazione. Secondo il sindaco dell'Isola del Giglio, Sergio Ortelli, "la speranza di trovare in vita i dispersi è ridotta al minimo". Ortelli spera che si sia creata nella nave qualche bolla d'aria che ci permetta di trovare qualcuno vivo.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?