Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

In Italia l'arrivo della pioggia ha ripulito l'aria a Roma, Napoli e Milano, i pm10 sono tornati sotto la soglia di allarme. In Lombardia anche per la caduta della neve sono calati gli inquinanti ma restano valori elevati a Monza, Como, Lecco e Varese.

A Napoli stamani il sindaco de Magistris ha revocato, a partire da domani, il blocco totale delle auto e ripristinato lo stop, fino a marzo, per i veicoli più inquinanti al di sotto di euro 4.

E mentre, nelle scorse ore, al Traforo del Frejus, tra il Piemonte e la Francia, si sono registrate anche 4 ore di coda a causa dei controlli antiterrorismo disposti dalle autorità francesi su automobilisti che rientrano in Francia, il maltempo come previsto, si sta progressivamente spostando dal nord verso sud.

Pioggia e vento forte, infatti, stanno caratterizzando la prima domenica dell'anno in Calabria dove le temperature hanno subito una brusca riduzione. Nelle principali località di montagna si attende la neve per dare impulso alla stagione turistica invernale.

Difficoltà però si segnalano anche in alcune località del nord e una valanga ha fatto le prime vittime sul Monte Bianco: si tratta di due lituani morti nella zona dell'Argentiere, sul versante francese del massiccio a 3200 metri di altezza.

Vento di bora e ghiaccio hanno caratterizzato la giornata in Friuli Venezia Giulia: strade chiuse e difficoltà alla circolazione stradale a Trieste e treni fermi a causa del ghiaccio sui fili dell'alimentazione ferroviaria, sono i principali disagi causati questa mattina dalla neve caduta nel corso della notte e del vento di bora, che ha raggiunto 109 chilometri all'ora.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS