Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

MILANO - Telecom Italia prevede di realizzare nel triennio 2010-2012 6822 esuberi, 2300 dei quali già previsti e 4522 aggiuntivi rispetto ai precedenti piani di riduzione dei costi. È quanto comunica la società in una nota al termine dell'incontro di oggi con i sindacati.
I contenuti dell'aggiornamento del piano strategico di Telecom Italia, si legge nel comunicato, sono stati illustrati alle organizzazioni sindacali confederali e di categoria Cgil, Cisl e Uil dalla delegazione aziendale con riferimento agli impatti sugli organici nel periodo 2010-2012.
Telecom Italia ha spiegato come "in tale periodo si cumulino, in Telecom Italia S.p.A., le necessità di efficientamento residue già previste in piani precedenti (2300 risorse, al netto delle riduzioni già operate nella fase iniziale del 2010) ed ulteriori efficienze aggiuntive, quantificate in 4522 risorse" che se ne dovranno andare di qui al 2012.
Per quanto riguarda la società SSC, Telecom ha "confermato il diretto interesse del gruppo al mantenimento delle relative attività entro il proprio perimetro in condizioni di ripristino della competitività delle lavorazioni ed in tale quadro il proprio diretto coinvolgimento nella gestione di tale percorso".
Le parti hanno convenuto per la necessità di ulteriori approfondimenti.

SDA-ATS