Navigation

Italia: una scossa di terremoto avvertita nelle regioni a nord

Questo contenuto è stato pubblicato il 25 gennaio 2012 - 12:35
(Keystone-ATS)

Una scossa di terremoto è stata chiaramente avvertita, stamani intorno alle 9:10, a Milano, nel Varesotto e Lodigiano come anche a Torino, Parma e Reggio Emilia. La terra ha tremato pure in Liguria, Valle d'Aosta, Veneto, Toscana e Trentino Alto Adige, come anche in Ticino. Al momento non ci sono segnalazioni di feriti né di danni particolarmente rilevanti. La scossa di magnitudo 4.9 ha avuto l'epicentro nella pianura padana emiliana, in provincia di Reggio Emilia. Secondo quanto accertato dall'Istituto di geofisica, i comuni più vicini all'epicentro sono Poviglio, Brescello e Castel di Sotto.

Secondo quanto riferito dal pronto intervento, molta gente ha telefonato in centrale operativa chiedendo informazioni, ma non ci sono state chiamate per feriti. Anche i vigili del fuoco, i cui centralini sono stati presi d'assalto, non riferiscono, al momento, di danni evidenti. In alcune zone del Reggiano più vicine all'epicentro del terremoto (a una profondità di 33,2 km) sono caduti calcinacci dagli edifici e la rete di telefonia mobile è rimasta intasata per alcuni minuti. In Liguria alcune scuole e uffici sono stati fatti evacuare a scopo precauzionale.

Nel veronese, invece, una scossa avvenuta poco prima dell'una della notte scorsa, con magnitudo 4.2, ha provocato qualche crepa su edifici a Parona e la caduta di alcuni pezzi d'intonaco della chiesa di sant'Ambrogio di Valpolicella.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?