Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

PARIGI - Italia e Francia hanno deciso "nel rispetto del trattato di Schengen, di creare entro il 2011 una forza di azione rapida franco-italiana di guardie di frontiera" per il contrasto all'immigrazione clandestina.
E' quanto si legge nella dichiarazione congiunta adottata dai ministri dell'Immigrazione e dell'Interno dei due Paesi, nell'ambito del vertice intergovernativo che si è svolto stamani a Parigi.
La forza congiunta potrà "essere dispiegata alle frontiere esterne dell'Ue, o in uno Stato membro a titolo di solidarietà europea nel quadro delle operazioni condotte da Frontex, o in Stato terzo attraverso un accordo di cooperazione specifica".
I due governi hanno inoltre deciso di "sviluppare i pattugliamenti marittimi congiunti per la sorveglianza delle loro acque territoriali". E hanno ribadito la necessità di "rafforzare il ruolo di Frontex" e di avviare "programmi di azione con la Libia e la Turchia".

SDA-ATS