Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"Non faremo la guerra alla Turchia, le nostre relazioni con il popolo turco non sono cambiate": lo ha detto il ministro degli esteri russo Serghiei Lavrov. In compenso, ha aggiunto, Mosca "rivedrà seriamente le relazioni russo-turche".

Già ieri il Cremlino aveva escluso reazioni militari.

Dal canto suo, l'esercito di Ankara ha fatto sapere che le Forze armate turche hanno rafforzato i controlli aerei del confine con la Siria dopo l'abbattimento di ieri del jet russo.

Da oggi i caccia F-16 turchi di pattuglia saranno 18, mentre finora erano stati al massimo 12.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS