Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Johnson & Johnson (J&J), gigante americano attivo nei prodotti farmaceutici e della salute, ha portato a termine la sua offerta pubblica di acquisto (OPA) sul gruppo biotecnologico e farmaceutico renano Actelion (foto simbolica d'archivio).

KEYSTONE/AP/MEL EVANS

(sda-ats)

Johnson & Johnson (J&J), gigante americano attivo nei prodotti farmaceutici e della salute, ha portato a termine la sua offerta pubblica di acquisto (OPA) sul gruppo biotecnologico e farmaceutico renano Actelion, di cui deteneva il 77,2% del capitale azionario.

Nell'ambito dell'OPA lanciata lo scorso 3 marzo attraverso la sua filiale con sede nel canton Zugo, Janssen Holding, ha acquisito 78,6 milioni di azioni Actelion, stando a cifre provvisorie svelate oggi dal gruppo farmaceutico con sede ad Allschwil (BL). J&J possedeva ieri non meno di 83,2 milioni di titoli.

L'OPA è considerata riuscita da entrambe le parti: gli azionisti ancora in possesso di azioni Actelion disporranno di un periodo supplementare di dieci giorni borsistici per offrirle a J&J alla Borsa svizzera, a partire dal 6 aprile fino al 21 dello stesso mese.

Johnson & Johnson ha pure reso noto che la transazione ha avuto il via libera della autorità della concorrenza di Giappone e Israele. Il gruppo con sede a New Brunswick, nello Stato americano del New Jersey, prevede di disporre di tutte le autorizzazioni necessarie nel corso del terzo trimestre 2017.

Questa operazione amichevole del gigante americano valorizza l'impresa renana a circa 30 miliardi di franchi. Tra agli azionisti di riferimento di Actelion vi è il fondatore nonché attuale Ceo Jean-Paul Clozel.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS