Navigation

Johnson esclude suo via libera a nuovo referendum scozzese

Il premier Boris Johnson giudica la questione risolta. Keystone/EPA/ANDY RAIN sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 03 novembre 2019 - 19:04
(Keystone-ATS)

Il primo ministro britannico Boris Johnson ha escluso la possibilità di accordare il permesso per un secondo referendum sull'indipendenza della Scozia se lui resta a Downing Street.

Il leader Tory ha sottolineato che per conto suo la questione è stata risolta con un voto "unico in una generazione" nel 2014.

Nei giorni scorsi la "first minister" scozzese e leader dell'Snp, Nicola Sturgeon, aveva confermato l'intenzione di richiedere al governo britannico, subito dopo le elezioni di dicembre, il permesso per indire un nuovo referendum.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.