Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La commissione dell'economia del parlamento giurassiano vuole vietare l'utilizzo di organismi geneticamente modificati (OGM) nell'agricoltura locale. I commissari hanno proposto una modifica legislativa in questo senso, che potrebbe entrare in vigore prima della fine della moratoria decretata a livello federale.

Posta in consultazione oggi, la modifica applica l'iniziativa parlamentare volta a vietare gli OGM nell'agricoltura giurassiana, cui il legislativo cantonale aveva dato seguito nel dicembre 2013.

Secondo la commissione, né il diritto federale, né la normativa europea vietano ad un cantone di varare un divieto in materia. Quest'ultimo - afferma - è inoltre ampiamente appoggiato dalla popolazione.

Il bando degli organismi OGM sul territorio giurassiano costituirebbe peraltro un segnale "forte" nei confronti della Confederazione, affinché sia decretato un divieto generale in Svizzera, osserva la commissione.

Introdotta nel 2005 e prorogata nel 2013, la moratoria decisa a livello federale arriverà a scadenza nel 2017. Secondo i deputati giurassiani, un'ulteriore proroga non sarebbe possibile per motivi costituzionali. La Confederazione sarebbe allora costretta a legiferare.

Il governo giurassiano considera prematuro un divieto a livello cantonale e preferirebbe attendere le mosse della Confederazione.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS