Navigation

JU: ex comandante polizia condannato per abuso di potere

Questo contenuto è stato pubblicato il 23 maggio 2012 - 18:37
(Keystone-ATS)

L'ex comandante della polizia cantonale giurassiana Henri-Joseph Theubet è stato condannato oggi per abuso di potere a 20 aliquote giornaliere con la sospensione condizionale per due anni. Dal 2004 al 2010 l'alto funzionario ha annullato senza averne la competenza 55 multe disciplinari inflitte dai propri agenti.

Nel corso del processo iniziato stamani a Porrentruy, il pubblico ministero aveva chiesto una pena di 50 aliquote giornaliere con la sospensione condizionale. Nel condannarlo, il tribunale di prima istanza ha fissato l'entità dell'aliquota a 200 franchi al giorno.

Il procuratore Jean Crevoisier ha accusato l'alto funzionario di aver instaurato per sei anni un sistema di gestione delle multe disciplinari "totalmente arbitrario". Invece di trattarle personalmente, Theubet avrebbe dovuto trasmettere le sanzioni al Ministero pubblico che è il solo abilitato ad annullarle.

Theubet ha invece sostenuto di aver "rimesso ordine" e "reso più trasparente" un sistema già praticato prima della sua entrata in funzione "e ammesso tacitamente da tutti".

Secondo il giudice di prima istanza, tuttavia, il comandante ha annullato determinate multe e ne ha confermate altre per situazioni sostanzialmente identiche, conducendo in questo modo ad una disparità di trattamento. L'ex comandante - è stato sottolineato - non ha tuttavia favorito persone a lui vicine.

Il governo giurassiano aveva sospeso il comandante della polizia nell'agosto 2010, in seguito all'apertura di un'inchiesta per abuso di potere e mobbing da parte dell'ex procuratore Arthur Hublard.

Nel febbraio 2011, una convenzione sottoscritta dall'alto funzionario e dal governo cantonale ha posto definitivamente un termine al rapporto di lavoro. L'indennità di partenza di oltre 180'000 franchi riconosciuta a Theubet, 52 anni, ha tuttavia sollevato numerose critiche nel cantone.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?