Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'aumento di capitale proposto da Julius Bär agli azionisti per finanziare l'acquisto delle attività di gestione patrimoniale al di fuori degli Stati Uniti dell'americana Merrill Lynch sarà limitato a 500 milioni di franchi, invece dei 750 milioni previsti. Lo ha annunciato oggi la banca privata zurighese precisando di aver agito tenuto conto delle reazioni dell'azionariato.

L'aumento di capitale dovrà essere ratificato dall'assemblea generale straordinaria in programma il 19 settembre. La somma ora preconizzata dal consiglio di amministrazione si limita al finanziamento della transazione. I 750 milioni erano ritenuti necessari anche per garantire la flessibilità futura della banca, aveva spiegato l'istituto il 13 agosto all'annuncio della transazione.

In totale Julius Bär aveva comunicato di voler emettere nuove azioni per un valore di quasi un miliardo di franchi. Bank of America, casa madre di Merrill Lynch, riceverà titoli Bär per un valore di 240 milioni di franchi, quale parte del prezzo di acquisto. Quest'ultimo potrebbe arrivare a 860 milioni di franchi. È stato fissato all'1,2% dei fondi trasferiti, che ammonteranno a una cifra compresa fra 57 e 72 miliardi di franchi, aveva indicato la banca zurighese.

I costi per la ristrutturazione e integrazione connessi con il trasferimento delle attività sono stati valutati al massimo a 400 milioni di franchi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS