Navigation

Kenya: 28 passeggeri autobus uccisi a confine somalo

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 novembre 2014 - 09:15
(Keystone-ATS)

Ventotto passeggeri di un autobus sono stati uccisi stamane da uomini armati, nel nord-est del Kenya, vicino al confine con la Somalia: lo ha reso noto il capo della Polizia del dipartimento di Mandera, Noah Mwavinda. "Posso confermare..., che 28 passeggeri innocenti sono stati brutalmente uccisi dagli Shebab", ha detto Mwavinda

I miliziani Shabab, dopo aver fermato l'autobus e aver separato i passeggeri non musulmani da quelli musulmani, hanno costretto a leggere versi del Corano prima di uccidere coloro che non erano in grado di farlo. Lo riferiscono quotidiani locali. Secondo quanto riporta la Bbc online, le 28 vittime sono state uccise a sangue freddo all'interno dello stesso veicolo. La Croce Rossa kenyana, in un tweet, che sul bus diretto a Nairobi, e caduto nell'imboscata tesa vicino al confine con la Somalia, c'erano circa 60 persone.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.