Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Alcune persone si trovavano in locali e ristoranti per guardare la partita dei Mondiali di calcio del Brasile quando gli estremisti di al Shabaab hanno attaccato ieri sera la città costiera di Mpeketoni, nell'est del Kenya, uccidendo almeno 49 persone.

"Una cinquantina di terroristi sono arrivati in città con tre veicoli. Portavano le bandiere di al Shabaab, parlavano somalo e gridavano Allah Akbar", ha raccontato il prefetto aggiunto del dipartimento Benson Maisori.

In risposta all'attacco il governo ha aumentato la sicurezza in tutto lo Stato. "La linea rossa è stata superata", ha detto il ministro dell'Interno Ole Lenku durante una conferenza stampa. Si tratta di un "atto odioso" per il quale "i colpevoli dovranno pagare", ha aggiunto.

Nel frattempo il gruppo islamista somalo di Al Shabaab, legato ad al Qaida, ha rivendicato con un comunicato il massacro avvenuto nella notte. I terroristi nel documento hanno definito l'attacco una risposta alla "repressione brutale del governo contro i musulmani in Kenya".

SDA-ATS