Navigation

Kenya: morto a Nairobi ex presidente Moi, aveva 95 anni

L'ex presidente del Kenya Daniel arap Moi è morto oggi all'età di 95 anni nella capitale Nairobi. Moi era in ospedale da più di un mese. KEYSTONE/AP/Karel Prinsloo sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 04 febbraio 2020 - 12:46
(Keystone-ATS)

L'ex presidente del Kenya Daniel arap Moi, al potere per 24 anni, è morto oggi all'età di 95 anni nella capitale Nairobi. Moi era in ospedale da più di un mese e la sua figura è controversa.

Al Jazeera riporta la dichiarazione dell'attuale presidente keniano, Uhuru Kenyatta, che esprime "profonda tristezza" per "la morte di un grande statista africano, il secondo presidente della Repubblica del Kenya", annunciando il lutto nazionale fino al funerale di Stato in data ancora non comunicata.

Diventato leader del Kenya nel 1978 dopo la morte del presidente Jomo Kenyatta in qualità di vice presidente, Moi godette di un forte sostegno da molti kenioti e fu visto come simbolo di unità una volta al potere. Nel 1982, il governo di Moi ha approvato attraverso il Parlamento un emendamento costituzionale che ha reso il Kenya uno stato a partito unico.

Più tardi, sempre nello stesso anno, l'esercito represse un tentativo di colpo di Stato da parte di membri dell'opposizione e di alcuni ufficiali dell'aviazione, con almeno 159 persone uccise.

Secondo un rapporto della Commissione per la giustizia e la riconciliazione del governo che valutava la sua leadership, Moi represse duramente il dissenso, facendo regolarmente arrestare e torturare politici e oppositori e fu responsabile di detenzioni e omicidi illegali, tra i quali quello del ministro degli Affari esteri Robert Ouko.

Nel 1991, Moi ha ceduto alle richieste di uno Stato multipartitico per pressioni interne ed esterne da parte dell'Occidente. Le elezioni multipartitiche nel 1992 e 1997 in Kenya sono state contraddistinte da violenze politiche ed etniche.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.