Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Da oggi la poligamia è diventa legge di Stato in Kenya: il presidente, Uhuru Kenyatta, ha promulgato oggi la sua controversa legge sul matrimonio, che fra le altre cose consente a un uomo di sposare quante donne desidera anche senza il consenso della o delle altre mogli.

Il provvedimento, si legge in un comunicato della presidenza, "raggruppa le differenti legislazioni in materia di matrimonio" e stabilisce che "il matrimonio è l'unione volontaria di un uomo e di una donna in una unione monogama o poligama". Approvato a metà marzo, il parlamento keniano eliminò dal testo originario la possibilità per le altre spose di opporsi al matrimonio, provocando l'indignazione delle deputate, che abbandonarono l'aula in segno di protesta. Il testo inoltre prevede che le donne possano sposare solo un uomo.

Alla legge si sono duramente opposti diverse organizzazioni per i diritti umani e per i diritti delle donne, oltre al Consiglio nazionale delle Chiese del Kenya (Ncck) che raggruppa 40 fra chiese e organizzazioni cristiane, e la Federazione nazionale degli avvocati, che ha annunciato ricorso.

SDA-ATS