Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il segretario di Stato americano John Kerry ha parlato stanotte col primo ministro israeliano Benyamin Netanyahu e col leader palestinese Abu Mazen, manifestando a entrambi preoccupazione per l'escalation di violenza a Gerusalemme.

L'appello sembra tuttavia essere caduto nel vuoto: stamane una ragazza palestinese ha fatto detonare un ordigno a bordo della propria auto a un checkpoint nei pressi di Gerusalemme ferendo leggermente un poliziotto israeliano.

Stanotte, inoltre, l'aviazione israeliana ha lanciato un raid nel nord della Striscia di Gaza distruggendo due siti di Hamas per la fabbricazione di armi, secondo quanto riportato dal quotidiano israeliano Haaretz che cita fonti dell'esercito.

Stando a fonti ospedaliere citate dall'agenzia Reuters online, nell'attacco è stata colpita una casa e sono morte una donna e la figlia. Il raid è stato lanciato in risposta al precedente lancio di un razzo, hanno precisato fonti ufficiali israeliane.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS