Navigation

Kfor chiede invio truppe supplementari

Questo contenuto è stato pubblicato il 02 agosto 2011 - 15:09
(Keystone-ATS)

La forza Nato in Kosovo (Kfor) ha chiesto l'invio di truppe supplementari dopo l'escalation di violenza della scorsa settimana.

"Stiamo chiedendo più truppe, non posso specificare i numeri, ma si tratterà di un battaglione", ha dichiarato Dieter Wichter, portavoce della Kfor, precisando che la forza Nato ha comunque "la capacità di controllare la situazione".

La forza Nato in Kosovo (Kfor) è "neutrale" e le truppe in più che ha richiesto oggi sono solo una "mossa tattica sul piano della sicurezza", ha detto dal canto suo Carmen Romero, portavoce della Nato a Bruxelles.

"La richiesta di maggiori forze da parte della Kfor non è sintomo di un'escalation della violenza in Kosovo", ha spiegato la portavoce Romero, precisando come la situazione sul campo sia invece "in via di miglioramento". La Nato, ha aggiunto, "non prende parte nel confronto in atto in Kosovo e resta neutrale".

Il Kosovo del nord, dove vive la minoranza serba, è teatro di una escalation di violenza dopo la decisione delle autorità kosovare di bloccare l'import di merci dalla Serbia.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?