Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Khashoggi: Riad, ucciso con droga e fatto a pezzi

Riad ha fornito la propria versione dei fatti sul caso del giornalista dissidente Jamal Khashoggi.

KEYSTONE/AP/VIRGINIA MAYO

(sda-ats)

Il giornalista dissidente Jamal Khashoggi è stato avvelenato con una dose letale di droga e il suo corpo è stato poi smembrato e portato fuori dal consolato saudita di Istanbul. Lo ha detto il procuratore capo di Riad Saud al Mojeb alla tv saudita.

A ordinare l'uccisione di Khashoggi è stato il capo del team di Riad inviato a Istanbul per riportarlo in Arabia Saudita, ha dichiarato il procuratore capo alla tv. Tra i cinque incriminati per l'uccisione di Jamal Khashoggi, per i quali la Procura saudita chiederà la pena di morte, figura anche il capo della 'squadra di rimpatrio'.

Del corpo di Khashoggi, sottolinea poi la Procura, "non ci sono ancora notizie". Il cadavere del giornalista, scrive al Arabiya, "è stato consegnato a un agente di sicurezza turco fuori dalla sede consolare", del quale Riad ha diramato un ritratto segnaletico.

Il più alto ufficiale in grado nel team omicida, e quindi quello che in ultima istanza avrebbe deciso l'uccisione del reporter, era il numero 2 dell'intelligence e un fedelissimo del principe ereditario Mohammed bin Salman, Ahmad al Asiri, che è stato già rimosso dalle sue funzioni, ha spiegato il procuratore saudita.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.