Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Donald Trump, Kim Jong-un

Keystone/AP/EVAN VUCCI WONG MAYE-E

(sda-ats)

Kim Jong-un e Donald Trump torneranno a incontrarsi. Non è ancora dato sapere quando, ma i due leader hanno accettato i reciproci inviti a visitare l'uno il Paese dell'altro, stando a quanto riferito dall'agenzia nordcoreana Knca.

Appena reduci dalla storica stretta di mano di Singapore, i due hanno voluto commentare a caldo i risultati dell'incontro e proiettarsi sulle azioni future. Il presidente americano lo ha fatto affidandosi, come di consueto, a Twitter mentre era ancora a bordo dell'Air Force One, il leader nordcoreano al suo organo di stampa ufficiale. Kim fa così sapere di aver invitato Trump a Pyongyang e che l'invito è stato accettato, così come quello avanzato dal capo della Casa Bianca.

Sul punto centrale del summit di Singapore, quello della denuclearizzazione, il leader nordcoreano ha poi fatto sapere che la posizione "condivisa" con Trump è che le azioni necessarie vadano compiute "passo-passo" e "simultaneamente". E che per raggiungere l'obiettivo, bisogna mettere da parte "l'antagonismo reciproco", evitando di "mettersi uno contro l'altro". Kim ha quindi insistito sulla necessità di gesti reciproci e speculari: "Se gli Stati Uniti prenderanno misure per costruire la fiducia per migliorare le relazioni tra Washington e Pyongyang, allora anche la Corea del Nord continuerà a prendere ulteriori misure di buona volontà commisurate alle loro", ha dichiarato.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS