Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERLINO - L'ambasciata tedesca in Kirghizistan ha evacuato 89 stranieri tra cui 11 svizzeri dalla città di Osh in collaborazione con le autorità americane. Lo ha annunciato oggi il ministro degli Esteri tedesco, Guido Westerwelle.
Il gruppo, di cui fanno parte, oltre agli svizzeri, 40 cittadini di paesi dell'Unione europea, 31 americani e 7 tra brasiliani e sudcoreani, è stato portato la notte scorsa nella capitale Bishkek con due voli charter.
L'operazione, ha spiegato Westerwelle, è stata organizzata dal ministero degli Esteri tedesco perché la Germania è l'unico Paese europeo ad avere un'ambasciata in Kirghizistan ed è responsabile per queste operazioni.
Inoltre, ha spiegato il ministro, Berlino ha messo a disposizione dei rifugiati aiuti d'emergenza per 500 mila euro.

SDA-ATS