Navigation

Kodak cambia pelle, da foto a farmaci

Tutto cambia, anche il campo d'attività. KEYSTONE/EPA/LARRY W. SMITH sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 28 luglio 2020 - 18:00
(Keystone-ATS)

Kodak, pioniere della fotografia, ottiene un prestito da 750 milioni di dollari dal governo americano per aiutare a velocizzare la produzione di farmaci in grado di curare varie malattie.

Il credito, riporta il Wall Street Journal, è stato ottenuto in base al Defense Production Act, invocato nel corso della pandemia di coronavirus dall'amministrazione Trump per accelerare la produzione di forniture per il Covid-19, quali i respiratori.

Con il finanziamento l'ex leader della fotografia in termini di vendite produrrà ingredienti per farmaci generici, inclusa l'idrossiclorochina promossa dal presidente Donald Trump come rimedio per il coronavirus .

"Abbiamo una lunga esperienza nella chimica, ben oltre 100 anni" e l'infrastruttura della società "ci consente di procede rapidamente", afferma Kodak, azienda che ha inventato la macchina fotografica digitale nel 1975 ma che non è riuscita a capitalizzare sulla sua invenzione e ha chiesto la bancarotta nel 2012.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.