Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Gli economisti interpellati dal Centro di ricerca congiunturale del Politecnico di Zurigo (KOF) nell'ambito dell'indagine trimestrale "Consensus Forecast" ritengono che l'economia elvetica continuerà a crescere vigorosamente, ma hanno ridotto le loro stime sul prodotto interno lordo (Pil): esso dovrebbe aumentare dell'1,8% quest'anno e dell'1,9% nel 2015.

Già in giugno le previsioni per il 2015 erano state abbassate dal 2,3% al 2,2%. Quelle per il 2014 erano invece state mantenute al 2,1%.

I 15 esperti interrogati a inizio settembre hanno anche fortemente tagliato le stime riguardanti le esportazioni, dal 4,2 al 3,6% quest'anno e dal 4,7 al 4,2% per il 2015, si legge in un comunicato odierno. Lo stesso discorso vale per gli investimenti nella costruzione e nei beni d'equipaggiamento, dal 3,4 al 2,7% nel 2014 e dal 3,1 al 2,6%.

Quanto al mercato del lavoro, gli economisti si attendono un tasso di disoccupazione del 3,2% sia per quest'anno (dato invariato) che per il prossimo (contro il 3,1% previsto a giugno). Infine l'inflazione dovrebbe attestarsi allo 0,1% nel 2014 (come predetto tre mesi fa) e allo 0,5% nel 2015 (0,6% in precedenza).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS