In Kosovo dieci persone sono morte di febbre emorragica dall'inizio dell'anno. Come hanno riferito le autorità sanitarie, la decima vittima, una donna di 33 anni, è morta oggi all'ospedale di Pristina.

La donna era originaria del villaggio di Pagarus, nella zona di Malisevo, località a una cinquantina di chilometri dalla capitale nella cui regione si è registrata la gran parte dei casi mortali di febbre emorragica.

Attualmente nella clinica per malattie infettive di Pristina è ricoverato un altro paziente al quale è stata diagnosticata la febbre emorragica, mentre per altri due vi è il sospetto della stessa malattia.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.