Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il presidente kosovaro Hashim Thaci.

KEYSTONE/AP/VISAR KRYEZIU

(sda-ats)

Il presidente del Kosovo Hashim Thaci, che in passato è stato uno dei leader dell'Esercito di liberazione del Kosovo, sarebbe alla testa di una delle più potenti organizzazioni criminali nel suo Paese, secondo quanto asserisce il giornale serbo Blic.

Il quotidiano afferma anche che il leader kosovaro avrebbe partecipato, intorno alla metà degli anni '90, a un presunto incontrò tra il fondatore di Al Qaida, Osama bin Laden, e l'allora dirigenza albanese.

Il giornale belgradese ricorda al tempo stesso un rapporto del Consiglio d'Europa nel quale il presidente kosovaro è sospettato di crimini di guerra e traffico di organi. Secondo il giornale, che pubblica in questi giorni una serie di servizi sulla mafia albanese in Kosovo, Thaci sarebbe il capo del cosiddetto 'gruppo di Drenica'.

Citando informazioni in possesso dei servizi segreti serbi (Bia), Blic scrive che il 'gruppo di Drenica' controlla tra il 10% e il 15% di tutte le attività criminali in Kosovo relative fra l'altro al traffico di armi, ai furti di auto e combustibile, contrabbando di sigarette e prostituzione. Secondo il giornale, accuse analoghe su Hashim Thaci sarebbero contenute in un rapporto dei servizi segreti tedeschi (Bnd).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS