Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nelle elezioni municipali ripetute ieri in tre seggi della parte serba di Kosovska Mitrovica, nel nord del Kosovo, dovrebbero andare al ballottaggio dell'1 dicembre i due candidati ai quali è andato il maggior numero di consensi: Krstimir Pantic e Oliver Ivanovic. Lo riferiscono i media a Belgrado sottolineando che nessuno dei cinque candidati alla carica di sindaco avrebbe ottenuto il 50% più uno dei voti.

Pantic, dell'iniziativa Civica Srpska, il candidato più vicino alle posizioni del governo di Belgrado, mentre Ivanovic è del Partito socialdemocratico Sdp.

La Commissione elettorale non ha ancora diffuso alcun dato dello scrutinio, iniziato nella notte, dopo il trasporto delle schede elettorali al centro di conteggio di Kosovo Polje, una decisione questa che ha suscitato qualche critica, compreso da parte dello stesso Ivanovic che avrebbe preferito tenere lo scrutinio a Mitrovica dove si era votato.

Commenti positivi allo svolgimento pacifico e regolare del voto di ieri sono venuti dal governo serbo a Belgrado, dalla rappresentante per la politica estera delle Ue Catherine Ashton e dal segretario generale dell'Osce Lamberto Zannier.

Il voto municipale nei tre seggi di Mitrovica nord è stato ripetuto dopo che il tre novembre un gruppo di estremisti e nazionalisti serbi ostili alle elezioni e al dialogo fra Belgrado e Pristina aveva fatto irruzione nei seggi malmenando i presenti e distruggendo le urne.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS