Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il presidente kosovaro Hashim Thaci potrebbe finire davanti al tribunale dell'Aia per crimini dell'UCK.

Keystone/EPA/VALDRIN XHEMAJ

(sda-ats)

Da oggi è ufficialmente operativo il Tribunale speciale istituito per giudicare i crimini commessi dall'Esercito di liberazione del Kosovo (Uck) durante il conflitto armato con le forze serbe fra il 1998 e il 2000. Ne danno notizia I media serbi.

Ciò significa che da oggi potranno essere sollevati i primi atti di accusa nei confronti dei possibili imputati.

A rischiare sono numerosi alti dirigenti attuali del Kosovo, che sono stati in passato leader e combattenti dell'Uck, a cominciare dal presidente Hashim Thaci e dal probabile nuovo premier Ramush Haradinaj. Tra le accuse possibili vi è anche quella di traffico di organi umani prelevati a civili serbi e messi in commercio.

Il Tribunale, che ha sede all'Aja, è presieduto dal magistrato bulgaro Ekaterina Trendafilova.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS