Navigation

Kosovo: Tadic, dialogo solo quando torna normalità

Questo contenuto è stato pubblicato il 29 luglio 2011 - 18:47
(Keystone-ATS)

Il presidente serbo Boris Tadic ha detto oggi che dopo quanto accaduto nel Nord del Kosovo il dialogo tra Belgrado e il Kosovo potrà riprendere solo quando la situazione ai valichi torna alla normalità.

"Noi vogliamo ripristino del dialogo, ma per poterlo fare dobbiamo tornare alla situazione precedente all'intervento della polizia speciale di Pristina del 26 luglio", ha detto Tadic in un'intervista alla televisione serba B92.

Il presidente ha sottolineato che esercitano grande influenza a Pristina la politica degli Usa e l'ambasciatore americano nel Kosovo e che da loro dipende se il dialogo sarà ripristinato. "Sarebbe auspicabile che l'ambasciatore americano a Pristina smetta di fare dichiarazioni che spingono l'amministrazione di Pristina verso azioni aggressive", ha detto Tadic.

Il presidente serbo ha aggiunto che ciò che accade in Kosovo può avere conseguenze per tutti i Balcani e ha ripetuto che la Serbia non accetterà alcun cambiamento nel nord del Kosovo e nessun ricatto per eventuale adesione della Serbia all'Ue.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?