Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il presidente kosovaro Hashim Thaci ha dato ordine di fermare e impedire con mezzi legali l'ingresso in Kosovo del treno partito stamane da Belgrado e diretto a Kosovska Mitrovica, la città del nord del Kosovo con massiccia presenza di popolazione serba.

Come riferiscono i media a Pristina, Thaci ritiene che il convoglio serbo non possa entrare in Kosovo poiché è munito di "inammissibili contrassegni nazionalistici", cosa contraria alle leggi e alla costituzione del Kosovo.

Il convoglio, che ha segnato il ripristino dopo 18 anni del collegamento tra Belgrado e Kosovska Mitrovica, mostra la bandiera serba e la scritta "Il Kosovo è Serbia" in 21 lingue, oltre a immagini di chiese e monasteri ortodossi serbi. La Serbia non riconosce l'indipendenza proclamata dal Kosovo il 17 febbraio 2008.

A bordo del treno, ha osservato Thaci, vi sono inoltre esponenti serbi ai quali non è stato rilasciato il permesso di entrare in Kosovo. "Questo treno è una nuova provocazione e le autorità del Kosovo devono agire per fermarlo", ha detto il presidente.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS