Navigation

Kosovo: traffico organi, Dick Marty invitato a testimoniare

Questo contenuto è stato pubblicato il 04 aprile 2012 - 20:45
(Keystone-ATS)

Il tribunale che si occupa di un traffico di organi umani in Kosovo ha deciso oggi di chiamare a testimoniare l'ex senatore ticinese Dick Marty. Quest'ultimo è autore di un rapporto su caso analogo avvenuto in Kosovo alla fine degli anni Novanta.

La Corte ha accettato la proposta del procuratore della missione Eulex, Jonathan Ratel, e ha chiesto di ascoltare Marty in merito alla vicenda che ruota attorno alla clinica Medicus di Pristina, nella quale prelievi e trapianti illegali di organi sarebbero avvenuti fino al 2008. Sette kosovari sono inquisiti.

In un rapporto adottato lo scorso anno dal Consiglio d'Europa e relativo a un traffico di organi attuato ai danni di serbi - presumibilmente dai guerriglieri albanesi indipendentisti dell'Esercito di liberazione del Kosovo (Uck) alla fine degli anni Novanta - Marty aveva stabilito un parallelo con il caso della clinica Medicus.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?