Navigation

Kosovo: verso elezioni anticipate, dopo decisione Alta Corte

In Kosovo si terranno con tutta probabilità nuove elezioni politiche anticipate. La Corte costituzionale ha infatti annullato il voto col quale lo scorso 3 giugno il parlamento aveva dato la fiducia con un solo voto di maggioranza al governo del premier Avdullah Hoti (foto). KEYSTONE/EPA/VALDRIN XHEMAJ sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 22 dicembre 2020 - 10:21
(Keystone-ATS)

In Kosovo si terranno con tutta probabilità nuove elezioni politiche anticipate. La Corte costituzionale ha infatti annullato il voto col quale lo scorso 3 giugno il parlamento aveva dato la fiducia con un solo voto di maggioranza al governo del premier Avdullah Hoti.

L'Alta Corte ha annullato nella tarda serata di ieri il voto decisivo del deputato Etem Arifi, condannato lo scorso anno per corruzione a un anno e tre mesi di reclusione. Era tuttavia a piede libero, e aveva potuto votare in parlamento.

Il movimento di opposizione Autodeterminazione (Vetevendosje) aveva protestato, facendo ricorso alla Corte costituzionale, che l'ha accolto annullando il voto di Arifi, che aveva dato la maggioranza minima di 61 voti al governo di Hoti.

La Corte ha pertanto chiesto alla presidente ad interim Vjosa Osmani di annunciare nuove elezioni entro 40 giorni. Osmani, presidente del parlamento, ha assunto temporaneamente le funzioni di presidente dopo le dimissioni del capo dello stato Hashim Thaci, arrestato ai primi di novembre con l'accusa di crimini di guerra e detenuto in attesa di processo nel carcere del Tribunale speciale dell'Aja per i crimini dell'Uck. Thaci è stato in passato uno dei leader dell'Esercito di liberazione del Kosovo (Uck), la guerriglia che combatté contro le forze serbe nel conflitto armato del 1998-1999.

Condividi questo articolo