Navigation

Kühne: giusto spostarci in Svizzera, ma non so se lo rifaremmo

Klaus-Michael Kühne fa anche opera di mecenate. KEYSTONE/ENNIO LEANZA sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 15 settembre 2019 - 15:58
(Keystone-ATS)

Abbiamo fatto bene a spostarci in Svizzera oltre quarant'anni fa, ma non so se lo rifaremmo ancora: lo afferma Klaus-Michael Kühne, grande azionista e presidente onorario di Kühne+Nagel, gigante della logistica a livello mondiale.

"Sono un convinto europeista e deploro il fatto che la Svizzera, al centro del continente, non faccia parte dell'Ue", afferma l'imprenditore 81enne tedesco in un'intervista pubblicata oggi dalla SonntagsZeitung. "Il paese è però finora sempre riuscito da una parte a rimanere indipendente e dall'altra ad approfittare del mercato interno. La Svizzera deve continuare a perseguire la via della ragione", prosegue Kühne. "A mio avviso deve firmare l'accordo quadro".

Oggi un gigante con 82'000 dipendenti e un fatturato di quasi 21 miliardi di franchi (2018), Kühne+Nagel ha origini tedesche: la società venne infatti fondata a Brema nel 1890, sotto forma di impresa di spedizioni, da August Kühne e Friedrich Gottlieb Nagel. Una personalità importante è stata fino al 1933 anche l'imprenditore ebreo Adolf Maass, poi estromesso dall'azienda: morirà ad Auschwitz nel 1945. Kühne+Nagel ha avuto anche un ruolo decisivo nel trasporto di mobili provenienti da decine di migliaia di alloggi di ebrei deportati, nei paesi occupati dai nazisti. Nel dopoguerra la società si è ulteriormente espansa. La sede del gruppo è stata spostata in Svizzera nel 1976.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.