Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il colosso mondiale dei trasporti e della logistica Kühne+Nagel ha acquisito parti di mercato "importanti" nel trasporto marittimo e aereo

KEYSTONE/MARTIN RUETSCHI

(sda-ats)

Nel primo semestre il colosso mondiale dei trasporti e della logistica Kühne+Nagel ha acquisito parti di mercato "importanti" nel trasporto marittimo e aereo.

Il giro d'affari è cresciuto dell'8,2% su base annua a 8,8 miliardi di franchi e l'utile netto è rimasto stabile a 356 miliardi.

L'utile lordo - che si ottiene deducendo i spesso volatili tassi di nolo dal fatturato - è da parte sua progredito del 3,7% rispetto allo stesso periodo del 2016 a 3,4 miliardi di franchi, ha comunicato oggi Kühne+Nagel, precisando che vi è stata un'accelerazione nel secondo trimestre. Tra gennaio e giugno è invece calato il risultato operativo Ebit (-0,7%) a 452 milioni di franchi.

Nel trasporto marittimo Kühne+Nagel nel primo semestre ha segnato una crescita in volume del 7,7% superiore al mercato; le spedizioni per via aerea sono progredite del 18%, quasi il doppio della crescita registrata dal mercato, precisa la nota. Nei trasporti terrestri l'utile lordo è aumentato del 3,5%, nella logistica di contratto del 6,6%.

Sempre oggi il gruppo svittese rende noto il rilevamento dell'americana Commodity Forwarders Inc (CFI) e della kenyana Trillvane Ltd, entrambe attive nella spedizione di beni deperibili, un settore dal forte potenziale secondo Kühne+Nagel.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS