Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il ministro degli esteri del Kuwait, Sheikh Mohammad al-Sabah, ha annunciato oggi l'espulsione dal paese di alcuni diplomatici iraniani accusati di spionaggio.

"Ci saranno delle misure contro un gruppo di diplomatici iraniani - ha detto il ministro al-Sabah alla stampa -. Saranno considerati 'personae non gratae' e saranno espulsi dal Kuwait."

L'annuncio viene il giorno dopo che il quotidiano kuwaitiano "al-Watan", citando lo stesso ministro, aveva reso noto che il Kuwait ha richiamato il proprio ambasciatore a Teheran.

Queste misure seguono la condanna alla pena capitale decisa martedì contro tre persone accusate di essere spie dell'Iran, due iraniani e un kuwaitiano, arrestati nel maggio 2010. Nello stesso processo, sono stati condannati all'ergastolo un siriano e un apolide mentre altri due iraniani (fra i quali una donna) sono stati assolti.

Gli imputati erano accusati di far parte di un gruppo di spie che avevano passato ai Guardiani della rivoluzione iraniana (i pasdaran) informazioni sulle forze armate kuwaitiane e sulle forze americane di stanza nell'emirato.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS