Navigation

Kuwait: governo chiede scioglimento parlamento

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 ottobre 2012 - 14:28
(Keystone-ATS)

Il consiglio dei ministri del Kuwait, al termine di una sessione straordinaria, ha chiesto all'emiro Sabah Al Ahmad Al-Sabah di sciogliere il Parlamento, una possibilità già nell'aria da mesi nell'emirato petrolifero.

"Il Gabinetto ha presentato una mozione perchè venga sciolto il Parlamento eletto nel 2009 impossibilitato a riunirsi regolarmente per mancanza di quorum", ha dichiarato all'agenzia di stampa Kuna il ministro dell'informazione Mohammad Al Abdullah Al-Sabah.

A giugno la Corte di Cassazione aveva dichiarato nullo per vizio di forma il Parlamento eletto a febbraio e di fatto aveva reinsediato quello eletto nel 2009 e successivamente sciolta nel dicembre 2011.

I deputati dell'opposizione eletti nel 2009, tuttavia, hanno da allora boicottato l'Assemblea reinsediata sostenendo che non rappresentava più la preferenza politica dei cittadini e chiedendo invece nuove elezioni. Al termine della tornata elettorale di febbraio l'opposizione, formata da islamici e dai giovani, aveva segnato una vittoria storica conquistando 32 dei 50 seggi disponibili, la più ampia mai avutA in seno all'organo legislativo.

L'annoso braccio di ferro tra il governo e il parlamento del Kuwait ha reso piuttosto instabile e improduttiva la scena politica del Paese che, sembra ormai sempre più probabile, si recherà alle urne per la quinta volta negli ultimi sei anni.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?