Navigation

L'accusa in Congresso: "in Usa catastrofe sanitaria"

Toni critici, oggi al Congresso degli Usa, nei confronti dell'amministrazione del presidente Donald Trump per la gestione della crisi del coronavirus. KEYSTONE/EPA/YURI GRIPAS / POOL sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 31 luglio 2020 - 16:20
(Keystone-ATS)

"L'America è nel mezzo di una catastrofe sanitaria".

Così James Clyburn, il presidente della commissione speciale del Congresso degli Usa che indaga sulla risposta alla pandemia dell'amministrazione del presidente Donald Trump, ha aperto l'audizione in cui saranno ascoltati tutti i massimi esperti, dal virologo Anthony Fauci al direttore dei Centri di controllo e prevenzione delle malattie (Cdc) Robert Redfield.

"Per migliorare la nostra risposta - ha aggiunto - dobbiamo identificare e correggere gli errori del passato, specie quelli in corso".

Clyburn ha quindi criticato le pressioni della Casa Bianca per riaprire il Paese ancora alle prese con la pandemia e di aver ostacolato il lavoro dei suoi esperti. "Il risultato è che il virus è ora fuori controllo", ha incalzato, chiedendo che l'amministrazione di Trump "vari immediatamente un piano nazionale basato sulla scienza, e non sulla politica".

"Non dobbiamo aspettare di veder morire altri 150'000 americani", ha concluso Clyburn, spiegando che "se non si agisce rapidamente altri 150'000 morti sono una possibilità reale".

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.