Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'Autorità nazionale palestinese ha annunciato che sta "studiando seriamente" la possibilità di promuovere denunce presso le corti internazionali contro Israele nel tentativo di fermare le costruzioni di nuove case a Gerusalemme est e in Cisgiordania.

Il Ministro degli affari esteri del governo palestinese Ryad Al-Malki ha detto - citato dai media - che le denunce avrebbero lo scopo di "preservare la pace e i negoziati" in corso con Israele e di condannare lo stato ebraico per violazione delle leggi internazionali.

"Israele - ha detto il ministro, citato dai media - sta cercando di distruggere la soluzione dei due stati e di minare ogni sforzo per assicurare il successo dei negoziati di pace". "Ci appelliamo alla comunità internazionale - ha aggiunto - perché intraprenda azioni e misure per mettere fine alle colonie e per riferirsi a queste come crimini di guerra".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS