Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'AQUILA - Quattro fiaccolate partite da paesi vicini, altrettanti cortei per le poche strade aperte del centro storico dell'Aquila, e poi tutti in Piazza del Duomo per ricordare, alle 3.32, le 308 vittime di un terremoto che un anno fa distrusse il capoluogo abruzzese e molti centri del circondario. Sono già alcune migliaia le persone arrivate in centro e si prevede un'affluenza di 7-10.000 partecipanti.
Piazza del Duomo - dove è allestito un grande tendone con una mostra fotografica sul sisma - va riempiendosi sempre di più di cittadini che proprio in quel luogo si radunarono la notte del sisma e aspetteranno le 3.32 per commemorare i 308 morti, i cui nomi saranno letti uno per uno, accompagnati da un rintoccco di campana. L'area non sarà sufficiente per accogliere tutti, anche perché sarà il punto di convergenza dei cortei partiti alcune ore fa e che stanno sfilando.

SDA-ATS