Navigation

L'assemblea ONU critica il Consiglio sicurezza sullaSiria

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 agosto 2012 - 19:43
(Keystone-ATS)

Con 133 voti a favore, 12 contrari e 31 astenuti, l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha approvato una risoluzione che sollecita la transizione politica in Siria, condanna la repressione messa in atto dal regime di Bashar al Assad e deplora la mancanza di azione da parte del Consiglio di Sicurezza.

La risoluzione deplora il fallimento del Consiglio di Sicurezza nel raggiungimento di un accordo sulle misure da adottare per assicurare il rispetto del piano di pace da parte delle autorità siriane.

Tra i Paesi che hanno votato contro ci sono Russia e Cina, che hanno già bloccato per tre volte con il veto l'azione del Consiglio di Sicurezza Onu. Pollice verso anche da Nord Corea, Iran, Cuba, Venezuela e Siria. La risoluzione denuncia il crescente ricorso alle armi pesanti da parte delle autorità di Damasco, tra cui indiscriminati bombardamenti con elicotteri e carri armati nei centri abitati, e condanna fermamente le continue e diffuse violazioni dei diritti umani e delle libertà fondamentali dei cittadini da parte del regime e delle milizie filo-governative.

Oltre a condannare le violenze, indipendentemente da dove provengano, inclusi gli attacchi terroristici. Il testo chiede che tutte le parti nel Paese cessino immediatamente ogni forma di violenza, e si ribadisce il pieno sostegno all'inviato speciale di Onu e Lega Araba in Siria. Si incoraggia poi il Consiglio di Sicurezza dell'Onu ad adottare misure adeguate per assicurare la responsabilità di chi pone in essere violazioni contro la popolazione. Si sottolinea poi nuovamente la richiesta di una transizione politica inclusiva verso un regime democratico e pluralistico e si invitano tutti gli Stati membri delle Nazioni Unite a sostenere questo processo.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?