Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'orso M13 ha un nuovo trasmettitore GPS al collo. Il vecchio apparecchio era andato distrutto la sera del 30 aprile scorso, quando il plantigrado era stato investito da un treno nella Bassa Engadina. Lo ha comunicato oggi l'Ufficio cantonale grigionese di caccia e pesca.

Dopo che M13 era stato avvistato a più riprese nella Val Monastero, i guardacaccia lo hanno individuato e poi narcotizzato per applicargli un collare munito di trasmettitore GPS, in modo da poterne seguire meglio i movimenti.

Il giovane plantigrado di circa 130 chili non ha dato segni di aggressività, ma non ha neppure mostrato particolare timidezza di fronte agli uomini, ha dichiarato Hannes Jenni, dell'Ufficio caccia e pesca. Per questo è meglio osservarlo con attenzione.

Durante la narcosi M13 è stato visitato da un veterinario. L'orso è apparso in buone condizioni fisiche. Non sono state riscontrate tracce di vecchie ferite o della recente collisione con il treno.

La scorsa settimana, il giovane plantigrado era stato avvistato nei pressi del laghetto artificiale di Albigna, in Val Bregaglia. Numerosi passanti lo avevano inoltre visto mentre percorreva la strada del passo dello Julier, in direzione di Silvaplana. Ad inizio di giugno era stato segnalato nella vicina Italia.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS