Navigation

L'orso M13 scorrazza in Bassa Engadina

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 aprile 2012 - 16:05
(Keystone-ATS)

Gli esperti cantonali grigionesi lo hanno confermato, senza ombra di dubbio: l'orso bruno avvistato il sabato di Pasqua nella Bassa Engadina è proprio M13. La certezza poggia anche sulle dichiarazioni giunte dall'Italia, dove il plantigrado era stato visto e segnalato nelle giornate prima di Pasqua.

Quel che desta una certa sorpresa è il fatto che mai prima d'ora un orso nei Grigioni era stato visto così in anticipo sulla stagione: negli anni scorsi bisognava infatti attendere la fine di giugno. Si calcola che dal 2005 sono circa una trentina gli animali che vivono a cavallo di Trentino e Grigioni.

Quanto a M13, maschio di due anni, del peso di un quintale, è stato segnalato quattro volte nei pressi di Scuol, ed ha suscitato una certa paura in una famigliola tedesca in Val S-charl, avvicinandosi troppo alla comitiva, come sono soliti fare gli orsi giovani, ha detto all'ats l'ispettore grigionese della caccia Georg Brosi.

Verosimilmente affamato dopo il letargo invernale, M13 se l'è presa con quattro alveari, non trovando altro sul terreno ancora innevato. Siamo in contatto con la Confederazione e l'Italia per vedere come l'animale si comporta, prima di decidere eventuali misure a difesa degli escursionisti nella regione, ha precisato Brosi. Si pensa di dotare l'orso di un trasmettitore GPS per seguirne l'evoluzione, dopo che un precedente apparecchio è andato perso.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?