Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'Ufficio federale dell'aviazione civile (OFAC) non ha sorvegliato abbastanza la compagnia Air Zermatt, di cui uno dei suoi elicotteri si era posato in un'area di atterraggio ufficiale con turisti praticanti l'"heliskiing". Il Dipartimento federale dell'ambiente e dei trasporti (DATEC) ha accolto i rimproveri di un'organizzazione di protezione delle Alpi.

L'UFAC non ha assunto a sufficienza i suoi obblighi di far luce sulla vicenda, scrive il DATEC - che è l'autorità di tutela dell'ufficio federale - in una lettera inviata a fine ottobre all'associazione Mountain Wilderness.

L'UFAC ha adottato il punto di vista di Air Zermatt senza chiarire tutti gli elementi necessari per farsi un'opinione, secondo un documento rilevato oggi dai quotidiani svizzerotedeschi "Bund" e "Tages-Anzeiger", di cui l'ats ha ottenuto una copia.

Il contenzioso era iniziato nell'aprile del 2011, quando un elicottero della compagnia Air Zermatt si era posata sull'area di atterraggio ufficiale di Aeschhorn, a Zermatt. A bordo dell'apparecchio si trovavano turisti praticanti l'"heliskiing", guide di montagna e due giornalisti della "Neue Zürcher Zeitung", che stavano effettuando un reportage.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS