Navigation

La Chaux-de-Fonds: Energizer potrebbe chiudere, 226 posti a rischio

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 febbraio 2011 - 15:39
(Keystone-ATS)

La Energizer di La Chaux-de-Fonds (NE), azienda in mani americane che produce pile e imballaggi, potrebbe chiudere i battenti. Sono a rischio gli impieghi di 226 persone, indica una nota della società, secondo cui il gruppo ha avviato una procedura di consultazione tra i dipendenti che scadrà in marzo, dopodiché verrà presa una decisione sul futuro del sito.

Qualora si optasse per il peggio, i collaboratori potranno contare su misure di accompagnamento che comprendono, tra l'altro, indennità di partenza o un aiuto per la riconversione professionale. Sono previsti anche pensionamenti anticipati.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo