Navigation

La cicogna Max è tornata a farsi sentire

Questo contenuto è stato pubblicato il 30 agosto 2012 - 17:19
(Keystone-ATS)

Dalla scorsa primavera se ne erano perse le tracce, ma ora la cicogna Max è tornata a dare segnali di sé, grazie a un nuovo trasmettitore che le è stato applicato, in sostituzione di quello precedente, la cui antenna si era curvata inceppando così il segnale e poi si era rotta del tutto.

Ci sono voluti degli sforzi, ma alla fine proprio ieri il volatile è stato catturato ed è stato possibile impiantargli la strumentazione, fa sapere il Museo di storia naturale di Friburgo, che segue Max dal 1999, anno in cui venne alla luce ad Avenches (VD). Ora l'animale si appresta ad intraprendere il suo 14mo viaggio verso Sud, sotto l'occhio attento di vari satelliti e dei numerosi internauti affezionati alle sue peripezie.

Dal 2002 Max trascorre il periodo estivo in Germania, a nord del Lago di Costanza, al parco "Affenberg" o a Tüfingen. I suoi primi otto inverni li ha passati in Marocco, poi dal 2007 ha optato per la Spagna.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?