Navigation

La Cina esenta dai dazi aggiuntivi altri 79 beni Usa

Le relazioni commerciali tra Cina e Usa rimangono tese malgrado la decisione di Pechino. KEYSTONE/AP/Charles Dharapak sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 12 maggio 2020 - 11:00
(Keystone-ATS)

La Cina annuncia un'altra lista di 79 beni statunitensi da escludere dal secondo round di dazi reciproci, nel mezzo delle pressioni americane per l'aumento dell'import in linea con la fase 1 dell'accordo sul commercio di gennaio.

Il provvedimento, operativo dal 19 maggio 2020 al 18 maggio 2021, è stato adottato malgrado la crescente irritazione cinese rilevata dal Global Times, il tabloid del Quotidiano del Popolo, secondo cui alcuni advisor governativi stanno sollecitando Pechino a invalidare l'accordo per negoziarne uno più favorevole.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.