Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'organo di coordinamento sta lavorando alle proposte sotto la direzione del ministro delle finanze Ueli Maurer.

Keystone/LUKAS LEHMANN

(sda-ats)

Si continua a lavorare su un nuovo progetto fiscale dopo il rifiuto della Riforma III dell'imposizione delle imprese.

L'organo di coordinamento composto da rappresentanti della Confederazione e dei Cantoni ha concluso la prima di una serie di consultazioni con partiti politici, Città, Comuni, chiese ed economia.

Dopo la bocciatura del testo lo sorso 12 febbraio, il Consiglio federale ha lanciato una nuova riforma denominata "Progetto fiscale 17". L'organo di coordinamento - sotto la direzione del ministro delle finanze Ueli Maurer - sta lavorando alle proposte.

Le consultazioni hanno avuto luogo "in un clima costruttivo e orientato ai compiti", si legge in un comunicato odierno del Dipartimento federale delle finanze. La necessità di una riforma dell'imposizione delle imprese rimane incontestata così come gli obiettivi del Progetto fiscale 17, ovvero ristabilire il consenso internazionale, conservare l'attrattiva della piazza finanziaria e garantire le entrate fiscali di Confederazione, Cantoni e Comuni.

Nell'interesse della certezza del diritto, l'economia auspica che la riforma entri in vigore il prima possibile. Il prossimo giugno il Consiglio federale definirà i parametri del progetto e deciderà sull'ulteriore modo di procedere.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS